Localizzazione: cosa comporta per la traduzione?

Con la localizzazione le aziende possono espandersi all’estero. Ma che cos’è e in cosa si differenzia dalla traduzione? Scopriamolo in questo articolo!

Le aziende e le organizzazioni internazionali spesso hanno bisogno di servizi che vadano oltre la traduzione e che adottino un approccio culturale tale da permettergli un’espansione all’estero. Questo processo è chiamato localizzazione. Vediamo con questo articolo cos’è la localizzazione e quali sono le differenze con la traduzione.

Diamo prima un’occhiata alla definizione

“La traduzione è la comunicazione del significato di un testo in una lingua di origine per mezzo di un testo equivalente in una lingua di destinazione” (The Oxford Companion to the English Language, Namit Bhatia, ed., 1992, pp. 1.051 – 54.)

La localizzazione si spinge ancora più in là della traduzione poiché comprende una dimensione culturale: è il processo di adattamento di un prodotto o un servizio per una zona geografica specifica.

Oltre alla traduzione: due valori aggiunti

In primo luogo, la localizzazione porta novità alla traduzione, perché tiene conto degli aspetti culturali con cui le lingue hanno un legame fondamentale. Conoscere una cultura permette una migliore manipolazione della lingua; quando si ha familiarità con gli usi e costumi, è anche più facile riconoscere differenze, tonalità e sfumature. La localizzazione, quindi, presuppone una comprensione più dettagliata sia della lingua di partenza sia di quella di arrivo. Possiamo allora dire che questa è una versione più completa della traduzione perché non offre solo una mera conversione parola per parola.

In secondo luogo, la localizzazione aggiunge anche un valore di consulenza alla traduzione. È un processo che scava più a fondo rispetto alla traduzione: il traduttore diventa parte attiva nell’espansione dell’azienda all’estero. Viene incaricato di una missione culturale in quanto esperto del mercato di destinazione ed è in grado di consigliare i clienti sulle strategie di ampliamento. Oltre alla traduzione, la localizzazione può includere un processo di adattamento di grafica, valute, date, indirizzi, numeri di telefono, scelte di colori… In poche parole, è una reinterpretazione della struttura di presentazione. Con la localizzazione acquisiscono una certa importanza anche aspetti legati al business: l’obiettivo è di garantire che il prodotto venga inserito facilmente e naturalmente nel mercato locale, in sintonia e non in conflitto con le esigenze del pubblico di destinazione.

Tuttavia, bisogna sempre ricordarsi che la traduzione è ancora la chiave per la localizzazione e quindi per l’internazionalizzazione. Una localizzazione ben riuscita non può realizzarsi senza una traduzione di qualità, che è alla base dell’intero processo.

Traduzione in italiano: Alessia Benincasa

Venite a conoscere la nostra agenzia di traduzione.