Workshop per traduttori con Xosé Castro a Buenos Aires

Cultures Connection ha partecipato a due workshop di traduzione a Buenos Aires, organizzati il 26 e il 27 aprile scorsi da Decode Linguistic Solutions e presentati dal carismatico Xosé Castro Roig.

Traduttore, revisore, giornalista e presentatore, Xosé Castro Roig ha incontrato i portegni per condividere la sua esperienza e i suoi consigli in due workshop che si sono tenuti a fine aprile al Work Inn Buenos Aires. Il primo workshop riguardava la scrittura SEO e il secondo il marketing. Questi workshop erano rivolti sia a traduttori e interpreti professionisti sia a studenti o a persone in riconversione professionale. Come cercare e mantenere i propri clienti? Come promuoversi e migliorare le propria visibilità sul mercato? Il famoso spagnolo, il cui obiettivo è condividere la sua passione per la traduzione, ha fornito una risposta a tutti questi quesiti.

Workshop interattivi

Cultures Connection non poteva lasciarsi sfuggire quest’incontro. Gli interventi di Xosé Castro, di quattro ore l’uno, sono stati accolti benissimo. La maggior parte dei partecipanti ha preso parte a entrambi i workshop. La sala era gremita. Non sono state lezioni frontali ma workshop interattivi: tutti potevano intervenire, condividere i propri dubbi e le proprie opinioni.

Xosé Castro prestava molta attenzione al suo pubblico. Facendo riferimento ad aneddoti personali ed esempi concreti, sempre con un pizzico di umorismo, ha sottolineato le difficoltà e gli ostacoli della professione, suggerendo come evitarli. Da buon oratore, ci ha fatto sentire tutti a nostro agio. Ci ha chiesto di presentarci uno per uno, per poi fare riferimento al profilo di ognuno di noi. Io, che sono francese, ero l’unica straniera presente, il che ha attirato l’attenzione. Il workshop era chiaramente pensato per un pubblico argentino, ma questo non mi ha impedito di trarre consigli molto preziosi e sono certa che altri partecipanti non argentini l’avrebbero trovato ugualmente utile.

Strumenti per traduttori

Innanzitutto, un buon traduttore deve conoscere alla perfezione il suo strumento di lavoro, vale a dire il suo computer. E voi? Conoscete tutte le potenzialità del vostro computer? Xosé Castro ci ha fatto fare scena muta quando ci ha chiesto a cosa serviva il tasto che si trova tra Alt Gr e Ctrl. Quasi nessuno sapeva che apriva il menu contestuale. Ci ha insegnato altre scorciatoie da tastiera, soprattutto su Word, quei trucchi che cambiano la vita al traduttore: guadagniamo in velocità e, di conseguenza, in produttività.  

Poi ci ha consigliato di utilizzare certe risorse online come bitly.com per accorciare e rinominare URL o Google Guide, che permette di trovare informazioni molto precise. Ad esempio, permette di trovare documenti nel cui titolo o contenuto appare una determinata parola chiave. Ci ha anche spiegato come personalizzare il nostro motore di ricerca, per esempio come inserire scorciatoie per i siti web che consultiamo più spesso, per ottimizzare le nostre ricerche.

La nostra professione richiede di passare moltissime ore davanti a uno schermo. Xosé Castro ci ha anche dato consigli di ergonomia, come la posizione da adottare mentre traduciamo e ci ha ricordato l’importanza di fare pause, prendere un po’ d’aria ogni tanto o usare la tecnica del pomodoro. Si è anche concentrato sull’autostima e sugli stimoli emotivamente competenti (SEC).

Un incontro emozionante

Xosé Castro è una celebrità della traduzione nel mondo ispanofono e viaggia spesso tra  Europa e America Latina. Il pubblico era affascinato e totalmente rapito dalla sua persona. È una persona molto calorosa. Alla fine del workshop si è ritagliato del tempo per salutare i partecipanti e chiacchierare con loro. E tutte le signore si sono volute fare una foto con lui! Anche io non ho saputo resistere…

Sono da poco nel settore della traduzione e sto realizzando uno stage presso Cultures Connection. Questo incontro mi è stato utilissimo, ha fatto luce su molti aspetti da tenere in considerazione nel mio futuro lavorativo. Mi ha infuso fiducia e ora mi sento più pronta a lanciarmi nell’avventura dell’esercizio della professione traduttiva. Senz’ombra di dubbio, anche gli altri partecipanti hanno lasciato il workshop ancora più motivati. La missione dei traduttori non è individuare i problemi ma risolverli!

“Be a problem solver, not a problem identifier.” – Xosé Castro

Traduzione in italiano: Chiara Massa

Scopri la nostra agenzia di traduzione.