Un’interpretazione di coke e zolfo a Buenos Aires

Otto interpreti di Cultures Connection hanno collaborato con RefComm in un’attività di assistenza tecnica per il riciclaggio di rifiuti petroliferi.

Sappiamo che le parole mentono, come disse la scrittrice Clarice Lispector. Se per gli esperti risulta complicato spiegare termini tecnici così sfuggenti come “cokefazione ritardata” o “recupero dello zolfo”, per gli interpreti è quasi impossibile tradurli. Ne sanno qualcosa i professionisti di Cultures Connection che hanno partecipato a RefComm Buenos Aires, delle giornate di conferenze, presentazioni e attività legate al petrolio che hanno avuto luogo dal 5 all’8 novembre scorso presso l’Hotel NH. Il risultato? Discorsi mansueti e comprensibili per i presenti.

Refining Community (RefComm) organizza tre volte all’anno questo tipo di attività al fine di offrire assistenza tecnica, formazione e consulenza alle squadre di lavoro delle aziende più importanti del settore petrolifero e di raffineria internazionale. Nel 2018, dopo la Spagna e gli Stati Uniti, è arrivato il turno dell’Argentina.

Otto interpreti di Cultures Connection hanno offerto, per quattro giornate complete, un servizio di interpretazione simultanea inglese-spagnolo e spagnolo-inglese durante varie presentazioni che richiedevano la massima preparazione. “Acquisire le conoscenze necessarie per una maggiore produzione con meno rischi” erano le istruzioni e l’agenzia ha fatto tutto il possibile per rispettarle.

Le prime due giornate si sono incentrate su attività condotte da esperti che hanno permesso agli inviati delle principali compagnie petrolifere di conoscere le tendenze nel riciclaggio di rifiuti petroliferi, ottimizzazione dei processi, con casi esemplificativi dei paesi sviluppati e in via di sviluppo, e ricerche in campo chimico e applicazione di nuove tecnologie. Come convalida delle ore investite, i presenti hanno ricevuto un attestato di frequenza.

Le ultime due giornate si sono incentrate su una conferenza tecnica e mostre delle compagnie specializzate. “La raffineria e il petrolio sono temi complicati, tutti i presenti venivano da aziende affini. Molti si sono avvicinati agli interpreti e si sono congratulati. Gli interpreti erano molto contenti del feedback ricevuto”, racconta María, rappresentante della sede di Buenos Aires di Cultures Connection, che ha preso parte all’intero evento per assicurarsi la completa soddisfazione del cliente.

  • Cultures Connection trabajó para REFCOMM en una actividad de apoyo técnico en el reciclado de residuos petrolíferos.
    Copyright: Cultures Connection.

L’interpretazione come messa a terra

Tutti gli interpreti ingaggiati dall’agenzia hanno concordato che la sfida maggiore è stata la complessità tecnica dei temi trattati, legati alle lavorazioni del coke e dello zolfo. Affermano che il successo dell’evento è dovuto alle loro precedenti esperienze, collaborazioni ed anche al contributo dei presenti che, sorpresi dall’ottimo livello, interagivano con entusiasmo per aiutare gli interpreti a perfezionare le loro versioni e informarli sulle equivalenze inglese-spagnolo di alcuni termini.

María racconta che il pubblico era molto impressionato e prestava molta attenzione alle presentazioni. A tal punto che sentiva nelle sue cuffie le diverse voci degli interpreti mentre si davano il cambio ogni 20 minuti, tempo consigliato per poter fare una pausa e restare concentrati. In seguito, i presenti hanno chiesto il motivo di ciò con molta curiosità.

Secondo quanto afferma, “è stata una situazione simpatica perché chiedevano agli interpreti se avessero studiato chimica e loro gli spiegavano il loro lavoro e che ricevevano il materiale per potersi preparare. Molte persone ci hanno detto ‘sono molto bravi, sembrano del settore, non si sono mai confusi su niente'”.

Gerardo, uno degli interpreti, afferma che è stato fondamentale che RefComm abbia inviato in anticipo le presentazioni e i manuali sull’evento. Ciò gli ha permesso di prendere visione di tutto il materiale e prepararsi al meglio: “Credo che possedere una conoscenza previa permetta di contestualizzare e capire meglio gli elementi nuovi che inevitabilmente possono sorgere nelle conferenze”.

Le dissertazioni sono state presentate con totale puntualità. Durante le prime due giornate sono state utilizzate quattro sale in contemporanea, mentre per le ultime due sono state impiegate due sale per volta. Gli interpreti hanno lavorato con l’applicazione sli.do, uno strumento che permetteva loro di leggere le domande del pubblico dalle cabine per poterle adattare all’inglese.

Marifé, un’altra interprete ingaggiata per l’occasione, ha dovuto lavorare per due giorni in una sala dove ha avuto luogo un corso di formazione sulle camere del coke. “Abbiamo avuto un solo oratore in inglese in entrambe le giornate e sessioni di domande e risposte nelle due lingue. L’oratore era molto chiaro, preciso e non parlava troppo veloce. Era un tema molto tecnico, ma grazie alla presentazione abbiamo potuto stilare dei glossari e ciò ha semplificato molto il lavoro”, spiega l’interprete che ha studiato presso il Saint Catharine’s College di Cambridge.

“Un solo termine può avere un significato diverso nei diversi paesi dell’America Latina, come ad esempio ‘stripper’, che un partecipante colombiano ha tradotto come ‘despojador’, mentre in Argentina si traduce come ‘separador’ o ‘depurador’. Come interprete, molto spesso ci si rende conto che le lingue di specializzazione sono soggette a varianti dialettali”, spiega Gerardo, laureato in Interpretazione presso il Centro de Capacitación para Intérpretes y Traductores di Buenos Aires.

Pertanto, RefComm ha chiuso l’anno raggiungendo i suoi obiettivi in un’industria in cui si augura un futuro pieno di cambiamenti e sfide. Per questo motivo, sono già concentrati sul 2019 e sull’organizzazione di nuovi eventi simili negli Stati Uniti, in Olanda e in Cile. Perché il modo migliore di affrontare nuove sfide è prepararsi.

Traduzione in italiano: Fabio Forleo

Scopri i nostri servizi di interpretariato.