Tradurre dall’italiano all’inglese: quale varietà utilizzare per quale mercato anglofono

Vuoi tradurre dall’italiano all’inglese il tuo sito web, un dépliant o un manuale d’istruzioni ma non sai quale variante scegliere? Quella degli Stati Uniti, dell’Inghilterra, dell’Australia o del Canada?
Con oltre 1500 milioni di parlanti in tutto il mondo, l’inglese è al primo posto tra le lingue più parlate, seguita dal cinese mandarino e dallo spagnolo. Di origine germanica, è l’idioma ufficiale di 54 paesi, è il più utilizzato nelle comunicazioni a livello internazionale e, in molte regioni, viene considerato lingua franca. Dato il numero così elevato di parlanti, è evidente che non esiste un’unica varietà usata in tutto il pianeta: anzi, le differenze da un paese all’altro possono essere molto accentuate.
Benché molte nazioni condividano la stessa lingua, si possono distinguere due principali categorie di inglese: l’inglese degli Stati Uniti (USA) e l’inglese del Regno Unito (UK). Al di là delle differenze di accento e pronuncia, sono altrettanto numerose le diversità a livello grammaticale, ortografico e lessicale.

Differenze ortografiche

Quando si deve tradurre dall’italiano all’inglese, è opportuno informare l’agenzia di traduzione sul mercato a cui è rivolto il testo, in modo che il traduttore possa applicare l’ortografia del paese target.
Ad esempio, le parole che finiscono con:

  • “-se” in inglese britannico terminano in “ze” in inglese americano
    ad es. analyse (UK) e analyze (US)
  • “-or” in inglese britannico si scrivono con “-our” in inglese americano
    ad es. “colour” (UK) e “color” (US)
  • “-re” in inglese britannico si scrivono con “-er” in inglese americano
    ad es. “metre” (UK) e “meter” (US)

È molto importante mantenere queste varianti affinché il cliente abbia la sensazione che ciò che sta leggendo sia stato scritto appositamente per la lui.

Differenze lessicali

Se prendiamo come esempio il settore dei trasporti (“transport” nel Regno Unito e “trasportation” negli Stati Uniti), possiamo notare alcune divergenze interessanti:

  • Se nel Regno Unito i costruttori di autocarri realizzano “lorries”, negli Stati Uniti fabbricano “trucks”.
  • Relativamente al combustibile che fa muovere i camion, si parla di “petrol” (UK) e “gas” (US).
  • Invece, per fare riferimento al bagagliaio di un’auto, il termine utilizzato nel Regno Unito è “boot”, mentre negli Stati Uniti si usa “trunk”.

Le differenze lessicali tra queste due varietà sono dunque molteplici; è bene però precisare che gli anglofoni, di qualunque nazione essi siano, riescono comunque a comunicare tra di loro senza problemi. Tuttavia, ciò non toglie che fornire un documento scritto nella variante utilizzata dal cliente può fare davvero la differenza.

Quale inglese per quale mercato

Prima di di rivolgersi a dei servizi di traduzione professionale per far tradurre dall’italiano all’inglese un documento, è essenziale sapere qual è il mercato target. Se desideri creare una versione in inglese universale adatta a tutta la comunità anglofona, le cose non sono semplici: infatti, scegliendo una delle due varietà si sacrifica inevitabilmente l’altra, rischiando di perdere la fiducia di alcuni clienti. Ricorda che sono in gioco la credibilità e la reputazione della tua azienda…

Se il budget lo consente, ti consigliamo di personalizzare il messaggio per il mercato inglese di tuo interesse, proponendo due versioni del sito (Regno Unito e Stati Uniti). Se ti immergi nella cultura dei tuoi clienti, potrai identificarne e capirne le aspettative, le abitudini, i comportamenti e sottolineare tali peculiarità nel tuo messaggio. Questa strategia di localizzazione per tradurre siti web ti consentirà di guadagnare la fiducia dei clienti e migliorare l’immagine del tuo brand. Per questo è importante scegliere solo chi offre traduzioni professionali italiano inglese e non siti per tradurre in inglese che non offrono alcuna garanzia di qualità.

Cultures Connection ti aiuterà a scegliere il tipo di inglese più adatto alle tue esigenze e affiderà il progetto a un traduttore professionista madrelingua del paese target. È un fattore chiave per ottenere un miglior posizionamento SEO.