San Girolamo: il santo patrono delle vostre traduzioni

Cosa lega un certo Eusebius Sophronius Hieronymus Stridonensis, nato nel IV secolo nell’attuale Croazia, e la vostra agenzia di traduzione?

Piccolo indovinello: qual è il collegamento tra un certo Eusebius Sophronius Hieronymus Stridonensis, nato nel IV  secolo nell’attuale Croazia, e la vostra agenzia di traduzione?

Ciao, sono Eusebio

Se vi diciamo che il piccolo Eusebio è nato un bel giorno del 347 nell’incantevole tenuta dei suoi genitori al confine con la Pannonia e la Dalmazia, vi aiuta? No? E se aggiungiamo che a dodici anni è partito per andare a studiare a Roma, dove si è appassionato di Cicerone? Ancora niente? Che nel 375 ha deciso di andare a fare penitenza nel deserto siriano per via del suo debole per la letteratura pagana? Che tre o quattro anni più tardi si è fatto prete ad Antiochia? Che nel 382 è tornato a Roma ed è diventato consigliere del Papa Damaso I? Che questo papa gli ha chiesto di rivedere la traduzione latina della Bibbia?

Buon compleanno Girolamo!

Un ultimo elemento di riscontro: il 30 settembre, si festeggia (in pompa magna) San Girolamo. Ora, San Girolamo non era altro che il nome d’arte del nostro amico Eusebio… Adesso avrete capito: quando i professionisti zelanti della vostra agenzia di traduzione specializzata preferita si ritrovano lost in translation, fanno sicuramente appello alle risorse quasi inesauribili dei nostri servizi linguistici. Ma di tanto in tanto rivolgono anche una piccola preghiera a San Girolamo. Il santo patrono dei traduttori, colui che traduce espressioni intraducibili, che fornisce dei glossari ultra specializzati per quelle traduzioni mediche così scabrose, che crea delle ore di settanta minuti per quelle traduzioni di resoconti finanziari urgenti, che ripara i documenti danneggiati…

San Girolamo, leader sul mercato delle traduzioni bibliche

Girolamo è uno dei primi esegeti a ricorrere alle versioni ebraiche dei testi biblici per dar loro un’interpretazione. Questo approccio è all’epoca una novità metodologica per il cristianesimo che si basava fino ad allora sulla versione dei Settanta (versione greca) e le sue traduzioni. Le sue conoscenze linguistiche permettono a Girolamo di dar vita a una traduzione unificata della Bibbia. Questa versione, conosciuta con il nome di Vulgata, diventerà la Bibbia ufficiale nel XVI secolo, a partire dal Concilio di Trento. Tutto ciò merita una dedica, no?

È tutto molto interessante, mi direte. Ma questo significa dunque che i vostri documenti sono alla mercé del volere trascendentale di un monaco morto e sepolto sedici secoli fa? Tutt’altro. La vostra traduzione giuridica, di marketing o di qualunque altro ambito è in buone mani, né sante né scheletriche. Si tratta solo di fare una strizzatina d’occhio a Girolamo. Non si sa mai, può sempre servire…

Scoprite i nostri servizi di traduzione.