Francese del Québec e francese della Francia: le differenze

È facile notare la differenza tra il francese del Québec e quello della Francia, ma con una traduzione specializzata, la melodia degli accenti si perde.

La differenza tra un francofono del Québec e un francofono francese si può notare… Ma se lavorate su una traduzione giuridica o medica, la dolce melodia degli accenti regionali si perde. Ciò non significa che le differenze regionali non esistano. Ecco una piccola rassegna delle differenze tra il francese del Québec e il francese della Francia.

Differenze soprattutto all’orale

La maggior parte delle differenze tra il francese del Québec e il francese della Francia si nota principalmente all’orale. È il caso dell’accento che abbiamo già menzionato, ma anche dell’utilizzo sempre più diffuso della seconda persona del singolare, delle imprecazioni sempre più blasfeme relative alla Chiesa cattolica («Câlisse de tabarnak!»), della femminilizzazione dei nomi che cominciano per vocale («une avion», «une hiver») o anche della particella interrogativa «tu» («J’ai-tu l’air fatigué?»).

Variazioni lessicali

Le differenze più facili da rilevare e caratterizzare sono quelle lessicali: «achaler» significa «énerver (irritare)», la “boucane” indica il fumo, la “linge” è uno straccio, il “souper” si riferisce all’ora di cena francese, e la “liqueur” non contiene alcol ma indica una bevanda gassosa. Da notare che alcune di queste particolarità lessicali si trovano in altre parlate regionali (come ad esempio il francese della Svizzera o del Belgio), e ciò fa pensare che si tratti di sopravvivenze: è specialmente il caso di “linge” e “dîner”. Altre, al contrario, sono influenzate dalla prossimità dei nativi americani: è il caso di «babiche» (racchetta da neve).

Anglicismi… o no

La situazione geografica del Québec e i suoi quattro secoli di coabitazione con i vicini anglofoni hanno modellato la lingua. Tuttavia, il rapporto con gli anglicismi non è univoco: se diversi anglicismi si sono completamente integrati alla lingua popolare (è il caso di «chum» per «copain (compagno, ragazzo)» e di «robeur» per «pneu (pneumatico, ruota)»), la lingua ufficiale si adegua alle raccomandazioni dell’Ufficio del Québec della lingua francese. Questa istituzione invita a tradurre sistematicamente gli anglicismi, spesso con dei neologismi: non diremo «les e-mails sont une alternative au chat» bensì «les courriels sont une alternative au clavardage». Da notare anche, a titolo d’esempio, la «baladodiffusion» (podcasting) et le «magasinage» (shopping).

Conclusione: quando lavorate su una traduzione per il Québec, che sia una traduzione giuridica, per il marketing, finanziaria o di qualsiasi altro tipo di traduzione, fate attenzione ai vostri anglicismi…

Traduzione in italiano: María Badal

Scoprite i nostri servizi di traduzione in francese.