6 problemi di traduzione

Che si lavori su una traduzione tecnica o su una traduzione giurata, i problemi della traduzione sono di sei tipi.

Che si lavori su una traduzione tecnica o su una traduzione giurata, i problemi di traduzione sono di sei tipi: lessico-semantici, grammaticali, sintattici, retorici, pragmatici e culturali. Senza contare i problemi amministrativi, informatici e di nervi…

1. I problemi lessico-semantici

I problemi lessico-semantici si possono risolvere consultando dizionari, glossari, banche terminologiche ed esperti. È il caso di alternanze terminologiche, neologismi, lacune semantiche, sinonimi e contrari contestuali (che riguardano delle unità polisemiche: la sinonimia/antonimia verte su un’accezione ed è il contesto che permette di sapere quale accezione bisogna utilizzare), continuità semantica (processo di coerenza che funziona grazie al richiamo di tratti semantici comuni tra due o più termini) e reti lessicali.

2. I problemi grammaticali

I problemi grammaticali riguardano ad esempio le questioni di temporalità, di aspetto (l’aspetto indica la maniera nella quale la causa o lo stato espresso dal verbo sono esaminati dal punto di vista della sua realizzazione rispetto al tempo), di pronomi, di esplicitazione o meno del pronome soggetto.

3. I problemi sintattici

I problemi sintattici possono provenire da parallelismi sintattici, dalla reggenza, dalla voce passiva, dalla focalizzazione (punto di vista secondo il quale una narrazione è strutturata) o anche dalle figure retoriche sintattiche come l’iperbato (inversione dell’ordine naturale del discorso) e l’anafora (ripetizione delle stessa parola o segmento all’inizio del verso o della frase).

4. I problemi retorici

I problemi retorici sono legati all’identificazione e alla ricreazione di figure di pensiero (analogia, metafora, metonimia, sineddoche, ossimoro, paradosso, ecc…) e di dizione.

5. I problemi pragmatici: l’esempio della traduzione per il marketing

I problemi pragmatici riguardano le differenze nell’utilizzo del “tu” e del “lei”, le espressioni idiomatiche, le locuzioni, i proverbi, l’ironia, l’umorismo e il sarcasmo. Ma queste difficoltà possono anche includere altre sfide, come ad esempio, in una traduzione per il marketing inglese-italiano, la traduzione del pronome personale “you”: in questo caso il traduttore deve decidere se usare il pronome “tu” o il “lei” di cortesia – decisione non sempre scontata.

6. I problemi culturali: l’esempio della traduzione finanziaria

I problemi culturali sono quelli che emergono dalle differenze tra referenti culturali, denominazione di alimenti, feste e connotazioni culturali in generale. Il traduttore ricorrerà alla localizzazione, anche detta adattamento culturale in generale. Un esempio semplice: le date di una traduzione finanziaria. Se il testo è in inglese, ci sono alte possibilità – ma non è certo – che 06/05/2018 indichi il 5 giugno. Tuttavia, come alcuni sanno, la stessa grafia, in altre lingue, indicherà il 6 maggio…

Scoprite la nostra agenzia di traduzione.